PERCHÈ FARE PUBBLICITÀ ONLINE?

“La pubblicità è l’anima del commercio”. Oltre ad essere una banalità, è una cosa sacrosanta.

Promuovere il proprio brand e i suoi prodotti/servizi è fondamentale per garantirsi visibilità e aspettarsi un ritorno dai propri sforzi.
Anche per la pubblicità vale, però, lo stesso concetto che si può applicare a qualsiasi campo:

“Puoi essere forte, ma se non ti adegui agli standard dell’epoca, rischi di morire”.

Potrebbe suonare un po’ forte come esclamazione, ma professionalmente parlando è così, a meno che tu non sia un unicorno della comunicazione. Ma per l’appunto, quanti unicorni vuoi che ci siano?

Una buona strategia promozionale non può escludere la pubblicità, di conseguenza si dovrebbero prendere in considerazione anche i nuovi canali e spazi adv, quelli che ogni giorno passano sotto gli occhi di milioni di persone. Anzi, quelli che ogni giorno stanno in mano a milioni di persone.

Il web ha fornito a molte aziende un modo semplice e economicamente non impegnativo come i canali tradizionali, per questo però molto competitivo, di fare branding e di vendere i propri prodotti senza uscire dall’ufficio. Senza che i contenuti diventino necessariamente tangibili.

Ovviamente avere dei nuovi canali non deve distrarre da come si dovrebbe fare l’attività promozionale.

Per essere più diretti: una pubblicità non è “un post” con immagine e testo. Non si può, ma soprattutto non si dovrebbe, fare promozione senza una strategia a monte magari separando il marketing digitale da quello tradizionale.

Ogni canale di comunicazione deve essere utilizzato per comunicare la stessa cosa ma con uno stile diverso, quello che richiede la piattaforma su cui si fa promozione.

La comunicazione digitale non può prescindere da quella tradizionale, perché agli occhi di un cliente è sempre la stessa azienda a “parlare”.

Non è consigliabile avere  dei cartelloni pubblicitari con la stessa grafica e lo stesso copy che si useranno su Facebook o sui banner di Google. Perché un cliente attento alle “sue aziende” (e sono tanti), dovrebbe prestare attenzione alla sponsorizzata Facebook se è identica e non porta niente di nuovo, anche solo a livello informativo?

Ad esempio sarebbe differente se: mentre mi reco a lavoro vedo una pubblicità accattivante su cartellone, con una call to action coinvolgente, in cui mi invitano ad andare sulla pagina Facebook per scoprire i dettagli della promozione e successivamente ricevo un buono sconto da utilizzare sull’e-commerce?

Non è una scienza, ma se dovessi investire dei soldi, sicuramente lo farei su questa opzione e non sullo stesso banner visto ovunque con l’invito ad acquistare sul sito vattelappesca.com.

La strategia è fondamentale anche per contenere i costi, per stabilire gli indicatori di performance da monitorare affinché si possano apportare le giuste modifiche e ottimizzare giorno dopo giorno l’andamento della campagna.

Si perché le campagne digital differiscono da quelle tradizionali anche in questo: ogni giorno ci saranno dati da controllare e “leggere” in modo corretto perché siano utili,  mentre tradizionalmente dovremmo aspettare le variazioni di vendita per capire il successo di una campagna pubblicitaria.

Inoltre sul web è possibile impostare diverse tipologie di campagne adv (da usare anche combinate o in sequenza) in base all’obiettivo di business:

GENERAZIONE LEAD: Non hai un e-commerce e vuoi ricevere contatti qualificati che siano in target con il prodotto o servizio che vendi? Questo è il tipo di campagna che fa per te e che ti darà risultati. In alternativa prova a far compilare ai tuoi potenziali clienti un form cartaceo con i propri dati e se riesci ad ottenere 5 form compilati su 100, beh sei un unicorno!

AWARENESS: Non esiste attività di vendita se nessuno ti conosce, perché nessuno darebbe i propri soldi ad uno sconosciuto. Quindi la prima cosa che ti serve e far arrivare il tuo brand al tuo pubblico potenziale e comunicare con uno stile comune i valori condivisi.

VENDITA (questa è facile): Promozione dei prodotti in vendita sul tuo e-commerce, il difficile sarà farlo arrivare alle persone giuste nel momento giusto, ma per quello avremo già fatto una strategia, vero?

PROMOZIONE APP: Hai una fantastica app, ma è dispersa in mezzo ai miliardi di app mai o poco scaricate dai marketplace? Con questo tipo di campagna puoi raggiungere gli utilizzatori di app simili o di un target a scelta, direttamente sullo smartphone o proprio mentre stanno utilizzando un’altra app.

TRAFFICO AL SITO WEB: Hai un magnifico sito web in cui illustri molto bene i tuoi prodotti e servizi, crei contenuti per i tuoi utenti e speri di “educarli” secondo i tuoi standard? Tutto giustissimo. Ah, ci sono ancora poche visite al sito? Beh, diamo un’accelerata all’acquisizione di utenti nuovi!

Tutte queste possibilità sono, per ovvi motivi, impossibili da trovare nei canali di promozione tradizionale e anche se sei un unicorno, non riuscirai mai a portare una persona da un cartellone pubblicitario al tuo sito web in un clic (ma nemmeno in due).

Ora non rimane che provare questi nuovi canali ma fai attenzione: la maggior parte di queste piattaforme sono molto carine e facili da usare, in più hanno dei simpatici messaggi che vengono fuori mentre ti avventuri per saperne di più, che ti inviteranno a provare. Bene, non lo fare, quello è il diavolo tentatore.

Non ascoltarlo perché è veramente facile far partire una campagna, basta inserire la carta di credito. Il difficile è creare una campagna consapevolmente, in base agli obiettivi fissati e al budget da spendere per cui, fidati, è necessaria una strategia.

Se ti senti pronto ad esplorare questi nuovi mondi, o vuoi migliorare le performance di una campagna esistente, contattaci e spiegaci i tuoi obiettivi. Noi ci prendiamo un po’ di tempo per studiare al meglio il contesto e offrirti la strategia web migliore per la tua azienda.

Perchè fare pubblicità online?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *